Come diventare uno streamer: guida e suggerimenti sul come iniziare

239
0
Share:

Ti interessa diventare uno streamer, ma non sai come cominciare? Bene, sei capitato nell’articolo giusto :D.

Prima di darti le prime dritte e i primi strumenti, lasciami introdurre questo “mondo” in Italia ancora poco conosciuto, ma che da qui a breve avrà un boom di share.

Come in Italia ancora poco conosciuto?

Dati alla mano fino a pochi anni fa (2014- inizi 2016) gli streamer italiani erano pochissimi, e ancora meno chi li seguiva. Ma dal 2017 il vento è cambiato. Il numero degli streamer è quadruplicato come il numero degli spettatori.

Perché questo aumento?

Semplice, fino a qualche anno fa gli strumenti erano difficili e macchinosi e gli argomenti monotoni e noiosi.

Ma da quando la parte strumentale si è automatizzata (pure una persona che ha acceso per la prima volta il pc può impostare un programma per streammare) e gli argomenti del tutto rinnovati (che vanno dalla moda ai videogiochi, a semplici discussioni col proprio pubblico), non ha fatto che aumentare il numero di persone interessate.

Si parla che queste piattaforme di streaming, nei prossimi anni, avranno un aumento percentuale di share superiore al 70-80%!! E come si suol dire, chi prima arriva meglio alloggia.

Quindi se hai la passione perché non cominciare da subito?!?

Non sai precisamente come fare il primo passo? Bene, continua a leggere l’articolo e troverai la risposta ;=).

Pronto? Cominciamo! 

Crea il tuo brand. PlaYourGame.

Prima di iniziare a spiegarti, come diventare streamer, lascia che ti dia un suggerimento che in molti non mettono in atto.

CREA IL TUO BRAND

Non imitare altre gente, anche se famosa, perché sarà solo anti producente. Non ti sentirai te stesso/a, ma solo una copia di un’altra persona. D’altronde chi è ai vertici di questo format, non fa altro che creare un personaggio, che rispecchia e diverta in primis lui/lei stesso/a.

Essere originali è importante, ma l’originalità deve essere tua.

Se aggiungi costanza e qualità (nei paragrafi successivi ne parlerò più approfonditamente), BOOM eccoti il successo che cercavi ;).

Ti faccio un esempio.

Loeya, streamer di videogiochi da poco tempo, ogni volta che gli viene fatta una donazione o iscrizione, ringrazia, imitando la voce dolce di Stitch.

Il risultato?

La gente si è affezionata molto più velocemente del solito e per sentire più volte “Thank you for the donation” con la voce di Stitch, dona più e più volte.

Perché?

Nessuno lo aveva mai fatto prima e a chi non piace essere ringraziati dalla dolce voce di Stitch?

Inoltre, cerca di trovare l’argomento che andrà in tendenza o che è di tendenza e diventane l’esperto.

Ti faccio un esempio.

Al momento gli streamer con più successo nel mondo dei videogiochi, portano Fortnite.

Perché dici?

Probabilmente anche se non hai mai toccato un videogioco, hai sentito parlare di Fortnite.

Un gioco che oggi è di tendenza ma prima non lo era. Chi ha cominciato, dagli inizi, a dedicare molto tempo a Fortnite, diventandone un esperto in streaming, oggi si ritrova con migliaia di visitatori al giorno (esempio PowerTv).

(non so se ho reso l’idea)

Fatta questa premessa, possiamo continuare.

Piattaforma da utilizzare

Andando subito al sodo, le piattaforme principali per lo streaming professionale, sono due: Twitch.tv e Youtube.com.

Qual è dei due il migliore?

Lascia prima che ti spieghi le

differenze …

Youtube.com è nata come piattaforma di condivisione video e solo successivamente è stata implementata la funzione streaming.

A chi conviene utilizzare Youtube?

Alle persone con un buon numero di iscritti al proprio canale, cosicché una volta andati in onda, le persone iscritte verranno avvisate.

Non ti ritrovi tra questi? Non ti preoccupare, sto per descrivere la piattaforma ideale per te! Una vera e propria miniera d’oro aggiungerei J.

Parli di twitch.tv?

Esatto! Twitch.tv è una piattaforma straordinaria, che negli ultimi tempi ha preso tutti! Da nuovi streamer ai più grandi di Youtube!

Perché? Ti chiederai.

Semplice, Twitch.tv prima di tutto è nata e cresciuta come piattaforma di solo streaming e quindi è semplice da capire che tutti gli sforzi della compagnia sono incentrati sul come accontentare il più possibile gli streamer.

Andiamo invece alla parte che più ti interessa, parliamo di entrate ;).

Comincio diretto col dirti che Twitch.tv in fatto di entrate non lo batte nessuno! Anche per questo motivo gente con milioni di iscritti su Youtube molte volte si mette a fare streaming su Twitch.tv.

Impossibile! Gente che ha milione di iscritti gli basta andare onda per ottenere un sacco di visitatori!!

Lascia che te lo dica…

Avere soltanto un numero alto di visitatori non ti fa diventare zio paperone.

Ed è proprio qua che entra il punto più forte di Twitch.tv. Twitch.tv è composta da una community di “larga manica” cioè di facile donazione.

Siccome uno streamer passa una parte della giornata coi propri spettatori, la gente tende ad affezionarsi di più alla persona che al personaggio e ciò spinge la gente a donare per supportare chi c’è dietro l’altro lato dello schermo J.

(un noto streamer di nome Ninja, è riuscito a diventare milionario con Twitch)

Tutto ciò è supportato pure da amazon, che mensilmente permette ad ogni persona iscritta ad amazon prime di donare gratuitamente un iscrizione allo streamer preferito, che di norma andrebbe pagata 5 euro.

Ma non solo! Twitch offre di far partire delle pubblicità durante la streaming abbastanza remunerative.

Inoltre Twitch ti aiuta ad incentivare la gente a supportarti tramite donazione, in molti modi, ad esempio: inserendo titoli al “miglior donatore” oppure “a chi si iscrive per più mesi”.

In conclusione avrai capito che come piattaforma, ti consiglio Twitch.tv 😛 ( a meno che tu non abbia già una buona base di fan su un’altra piattaforma, che non è disposta a seguirti su Twitch).

Bene chiarito questo dubbio, passiamo alla parte che più interessante!

(presta attenzione)

Gli strumenti per iniziare

Se sei arrivato/a fin qui vuol dire che l’articolo ti sta interessando e mi fa un immenso piacere J.

Ti chiedo prima di continuare un piccolo favore: condividi l’articolo con tutte le persone interessate all’argomento :D.

Così io posso dire che le giornate in cui ho scritto l’articolo non sono sati inutili, e voi sapete di aver passato un piccolo manuale ad una persona che come te che vuole cominciare questa carriera.

Bene, adesso bando alle ciance e continuiamo!

Principalmente la parte strumentale può essere raggruppata in due categorie: Software e Hardware.

Non sai di cosa sto parlando? Lascia che ti spieghi ;).

 Software da utilizzare

Il software da utilizzare per una streaming, non è altro che il programma che ci permette di andare in onda in modo che le persona possano vederci.

Non sai quale utilizzare? Bhe, eccoti la risposta.

OBS Studio!

Obs è il programma perfetto per andare in onda senza alcun problema.

Per impostare nel mondo più corretto OBS guarda questo video (vai a 25 secondi):

 

 

Componenti Hardware

La componente hardware, invece, riguarda tutti i dispositivi che vengono utilizzati per la streaming che vanno dal comune PC a dispositivi come webcam e microfoni.

Come dici? Sai che ci vogliono un sacco di soldi per avere tutto?

Assolutamente no!

Posso dirti che l’unica cosa costosa è proprio il PC. Ma chi oggi giorno non ha un PC?

Cosa? Non hai un PC?

Tranquillo, puoi fartene sempre assemblare uno a cifre non astronomiche. E poi pensaci, non avere un computer in questi tempi è sacrilegio, quindi prima te lo fai, meglio è per te ;).

Chiarito questo dubbio, passiamo alla parte più interessante del paragrafo.

Web e Microfono, con quali comincio? Ho fatto un buon acquisto? Quanto devo spendereHo speso troppo?

Ecco a voi un elenco sui miglior prodotti:

(dopo l’elenco spiegherò del perché di alcune scelte)

(potresti cominciare senza webcam all’inizio, basta che riesci ad intrattenere)

Come vedi sui 200 euro riesci a farti una postazione perfetta per una streaming.

(in base alla categoria dello streaming, puoi anche decidere di non acquistare alcuni oggetti, come webcam e luci se stai facendo un tipo di streaming in cui basta un micrfono)

Se credi che siano un po’ troppi, ti rispondo che il gioco vale la candela. Se credi di potercela fare, questi costi che sostieni inizialmente verranno ricompensati nel tempo.

Qualità o quantità? 

Ciò che sto per spiegarti sarà breve, perché questo concetto è molto conosciuto

Quindi qualità o quantità?

Sicuramente ti sei risposto da solo dicendo: Qualità!

Io ti rispondo dicendo: ovvio! Se manca la qualità che senso ha la quantità? Se una persona fa una streaming al giorno di 8 ore, e dopo la quarta ora non riesce più a prestare alcuna attenzione, secondo voi la gente continuerà a seguirla?

Assolutamente no!

Passiamo allora a ciò che dovresti fare per gestire bene quantità e qualità.

Bene, adesso prendi carta e penna oppure direttamente in un foglio di testo del pc e rispondi a queste domande:

  • Quali giorni della settimana sono disposto/a a dedicare alla streaming?
  • Quante ore in questi giorni riesco a stare libero/a e tranquillo/a? 
  • Cosa tratterò? (può anche essere un unico argomento)

Risposto? Grande, proseguiamo!

Tutto ciò servirà per far vedere, a chi ci guarda, i nostri orari.

Aver un calendario da far vedere ai nostri spettatori è una grande cosa; è sintomo di ordine e rispetto verso chi ti sta guardando. Ma ricorda non far si, che il calendario diventi una routine noiosa e monotona per te.

Ricorda sempre di avere costanza. Hai dato degli orari e giorni? Bene, adesso tocca rispettarli per non far credere alla gente che sei uno dei tanti streamer casuali.

DEVO PARLARE IN ITALIANO O TENTARE IN INGLESE?

Rispondere a questa domanda è molto difficile, perché bisogna prendere in considerazione molti fattori.

Il “mercato” dello streaming si sta espandendo a macchia d’olio pure in Italia, quindi se proprio non hai una grandissima padronanza dell’inglese, fallo in italiano.

Non avrai la grande pool di persone che avrebbe uno streamer inglese, ma non ha importanza.

Gli streamer italiani riescono già a fare buoni numeri e nel tempo non faranno che aumentare ;).

Conclusioni

Conviene cominciare al giorno d’oggi la via dello streaming? Ovviamente, anzi è il miglior momento proprio per il boom che sta avendo.

Prima di concludere del tutto, però, vorrei dire a tutte le persone che vogliono intraprendere questa strada di stare molto attenti.

Potrebbe volerci molto tempo per affermarsi, e che quindi di non abbandonare tutto ciò che si stava facendo. C’è tempo per tutto ;).

Hai qualcosa da aggiungere che conosci e che manca?

 

Vuoi discutere dell’argomento direttamente con me?

Scrivi un commento o contattami in uno dei miei social in privato . (Facebook o Instagram)

Share:

Lascia un commento